top of page
Search
  • Writer's pictureMike

Movimentariani unitevi!

Non sono impazzito, tranquilli.

E non mi sono unito a nessuna setta.


Sto semplicemente cercando un termine per descrivere chi, come me, non ragiona più in termini di allenamento ed esercizi ma di MOVIMENTO e questo termine mi sembrava abbastanza appropriato.


Movimento inteso come gesto naturale, evoluto , in linea con ciò che l'essere umano è sempre stato, dalla locomozione bipodalica in avanti.


Questo tipo di approccio è l'unico che possa veramente inserire nel nostro sistema nervoso degli input duraturi e profondi atti a liberarci da tensioni che non ci permettono di esprimere il nostro vero potenziale.


Per fare un esempio pratico, se ci alleniamo a fare i back squat col bilanciere senza dubbio miglioreranno forza e tecnica, aumenterà la densità ossea e tante altre belle cose.


Ma come applicherà questo gesto nella realtà (la SUA realtà) il nostro sistema nervoso se non lo trasformiamo, per esempio, in un salto verticale o uno sprint?


Allenare un gesto non esclude quindi altri tipi di allenamento, piuttosto è l'ovvia integrazione che il nostro sistema mente/corpo ci chiede per mantenere un equilibrio miofasciale ed un sistema nervoso efficiente.


E moltissimi bodybuilder, la categoria forse meno interessata alla qualità del gesto multiplanare, complesso ed atletico, cominciano ad apprezzare questo approccio e ne trovano benefici nel loro settore di competenza.


Perché cari movimentariani, niente dà più soddisfazione di un movimento fluido e naturale.


Flowin' into the flow!


A presto!


2 views0 comments

Comments


bottom of page